Chi Siamo

L’Associazione Donatori di Midollo Osseo – Regione Toscana Onlus, è un’Associazione regionale
di volontariato, che opera in ambito sociosanitario con l’obiettivo principale di sensibilizzare alla
donazione di midollo osseo il maggior numero di persone. Fa parte di ADMO FEDERAZIONE
ITALIANA che si occupa del coordinamento a livello nazionale e dei rapporti con le istituzioni
nazionali ed internazionali. E’ costituita da 10 sezioni diffuse su tutto il territorio regionale.
Ha iniziato la propria attività nel 1991 a Firenze e Pistoia, è iscritta al Registro Regionale del
Volontariato ai sensi della legge 266/91, con D.P.G.R. 112769 del 11/08/2005.

Principali attività di ADMO Toscana:

  • Sensibilizzazione dei giovani attraverso una corretta informazione sulla donazione dimidollo osseo, cellule staminali e loro trapianto.
  • Raccolta delle adesioni dei potenziali donatori, compresa una prima selezione e la gestionedelle prenotazioni per la tipizzazione presso i Centri Donatori necessaria al loro inserimentonel Registro Regionale.
  • Sostegno alle strutture che si occupano del trapianto di midollo osseo, tramite donazionifinalizzate all’impiego di personale e acquisti di attrezzature.
  • Raccolta fondi per l’autofinanziamento tramite varie iniziative con donazioni di cittadini ed aziende.

I donatori di midollo osseo si rendono disponibili a donare per i pazienti che hanno nel
trapianto la sola speranza di vita, in modo del tutto anonimo e gratuito.
L’avere operato in stretto contatto con il Comitato Tecnico Scientifico regionale (formato
dagli ematologi, trapiantologi e trasfusionisti della Toscana) ci ha permesso di ottimizzare
l’azione di sensibilizzazione, nonché di abbinare ogni raccolta fondi ad un preciso progetto
legato alle esigenze del territorio.

Purtroppo negli ultimi anni è emerso un dato che non può non preoccupare sia i medici che
ADMO: si registra un sensibile calo di iscritti in Toscana come altrove.  Questo
è dovuto sia alla difficoltà di reperire nuovi tipizzati che alla fuoriuscita dal Registro di chi
ha raggiunto i 55 anni. Fino a 35 anni si può diventare potenziali donatori.